Immagine in primo piano

Via Alpina Svizzera: Guida definitiva

Scoprite la Via Alpina 1, l'escursione per eccellenza attraverso la Svizzera, e pianificate la vostra avventura su questo percorso di valico alpino, esplorando il meglio della natura e della cultura svizzera.
Collegamenti rapidi

La Via Alpina è la Itinerario nazionale n. 1 della Svizzera (letteralmente), portandovi da est ad ovest attraverso 14 passi di montagnache vi mostrerà il meglio del paesaggio e della cultura alpina svizzera.

In realtà è parte della rete sentieristica della Via Alpina, molto più estesa. che attraversa tutti i Paesi delle Alpi europee, da Monaco all'Italia. L'intera Via Alpina conta 342 tappe, di cui 18 in Svizzera.

Il percorso è chiamato anche Itinerario verde Via AlpinaAnche se in precedenza aveva il nome di Via dei passi alpini (per il numero di passi che attraversa), che ora è il nome di un altro sentiero a lunga percorrenza del Paese.

Favolosa vista autunnale del pittoresco villaggio alpino di Wengen e della Valle di Lauterbrunnen
Favolosa vista autunnale del pittoresco villaggio alpino di Wengen e della Valle di Lauterbrunnen

Si tratta di uno dei nostri percorsi preferiti nelle Alpi per la quantità di paesaggi epici e diversi che si possono incontrare su di esso.

Se il vostro obiettivo è quello di esplorare al meglio il paesee siete amanti della vita all'aria aperta, questa escursione attraverso la Svizzera è il modo migliore per farlo.

Dove porta il percorso?

Il percorso inizia nell'estremo oriente della Svizzera, nella città di Sargans al confine con il Lichtenstein. Da lì si dirige verso ovest attraversando un passo di montagna dopo l'altro, fino ad arrivare a Montreux sulla riva del Lago di Ginevra.

Vi porta attraverso alcuni dei più Un paesaggio mozzafiato del paese, compresa la traversata al di sotto di alcuni tra i più cime iconiche dell'Oberland Bernese, come l'Eiger e la Jungfrau. Vi porta attraverso una lussureggiante Valli svizzere ricche di cultura alpina - Le frazioni casearie con le mucche al pascolo saranno una realtà comune.

La Via Alpina è un viaggio fatto di alti passi e panorami mozzafiato, con il Passo Hohturli come pinnacolo a 2.778 metri. Questo tratto impegnativo tra Griesalp e Kandersteg è un'impresa a sé stante, coronata dalla salita facoltativa alla rifugio Blüemlisalphütte, lo zenit del trekking a 2.834 metri.

Potete consultare l'itinerario completo sul nostro sito Via Alpina Svizzera Escursione autogestita oppure esplorate la rappresentazione approssimativa in 3D qui sotto per capire meglio il percorso.

Storia

Rispetto ad altri itinerari escursionistici di lunga percorrenza, come la Alta viaLa Via Alpina è un itinerario relativamente giovane.

I suoi inizi sono in 1991 quando gli 8 Paesi alpini - Germania, Austria, Svizzera, Slovenia, Lichtenstein e Monaco - hanno firmato un trattato internazionale per lo sviluppo sostenibile dell'intera regione alpina. 8 anni dopo, è stata avanzata la proposta di un sentiero che collegasse tutti i Paesi e sostenesse lo sviluppo della regione.

Dopo un lungo lavoro di tracciatura del sentiero e di miglioramento dell'offerta turistica locale, il sentiero è stato ufficialmente lanciato nel 2002.

Quanto è difficile il percorso?

La Via Alpina è a metà strada rispetto ad altri percorsi di lunga percorrenza nelle Alpi. Presenta alcuni tratti più impegnativi, ma nel complesso è un sentiero di montagna medio.

Tecnicamente, si tratta di una passeggiata, anche se alcuni tratti sono caratterizzati da terreni sciolti su ghiaioni e scistisalendo o scendendo su alcuni dei passi più alti. È anche a volte espostoÈ quindi necessaria una buona capacità di sopportazione delle altezze.

Tuttavia, non bisogna sottovalutare il percorso. Non si tratta di una passeggiata nel parco, ma di un percorso di trekking alpino. Ciò significa che il terreno medio del sentiero è irregolare e pieno di rocce e radici. Per non rischiare una caviglia, è indispensabile sapere dove mettere i piedi.

Vista della via di passaggio dalla prima stazione a monte alla Grosse Scheidegg sopra Grindelwald
Sentiero panoramico con vista sull'Eiger

Navigando attraverso la Via Alpina, i trekker incontrano una varietà di terreni, dai dolci sussurri di sentieri forestali alla presenza assertiva di sentieri rocciosi. Il sentiero richiede rispetto e prontezza per i ripidi ghiaioni che mettono a dura prova l'equilibrio e la determinazione. 

L'aspetto più impegnativo del percorso è la sua lunghezza e dislivello. Le tappe sono lunghe e di solito sono caratterizzate da una grande salita verso un passo di montagna e da una discesa da esso.

Ciò significa è richiesta una buona forma fisica per l'escursionismo se volete essere in grado di percorrerla tutta. Se una giornata di 1500 metri in salita e 1500 in discesa vi fa male ai muscoli per una settimana, non siete ancora pronti per la Via Alpina.

Eppure, sono proprio queste sfide che amplificano il senso di realizzazione mentre si attraversa da una valle maestosa all'altra sotto lo sguardo vigile del Eiger, Mönch, e Jungfrau picchi.

Se non siete sicuri, potete anche percorrere un breve tratto a piedi. Vi consigliamo quello più panoramico - Il trekking dell'orso.

Segnalazione e navigazione

Sulla Via Alpina si cammina su diversi tipi di sentieri. I vostri piedi sentiranno la terra morbida dei fondovalle, il terreno solido dei campi erbosi e le pietre mosse dei sentieri di montagna. 

Il sentiero è facile da seguire, segnalato con segni rossi e bianchi che aiutano a capire dove andare. Cartelli gialli e altri indicatori vi aiuteranno a individuare i punti chiave del percorso, assicurandovi che non vi perdiate.

Segnali dei sentieri vicino alla Kleine Scheidegg Svizzera
Punti di riferimento in Svizzera vicino a Kleine Scheidegg

Anche con questi segnali, è necessario sapersi orientare da soli. Navigazione GPS è sempre ben accetto e, grazie alla tecnologia attuale, avrete sempre in tasca l'unico dispositivo di cui avrete bisogno. Se preferite, potete utilizzare un mappa fisica e bussolama assicuratevi di sapere come usarli entrambi.

A volte, il maltempo o la neve possono nascondere i segnali del sentiero e dovrete fare affidamento sulle vostre capacità per proseguire. Quando il tempo è buono, il sentiero è facile da vedere, ma se diventa nuvoloso o nebbiosopuò essere difficile sapere dove andare. 

È in questi casi che la capacità di orientarsi è davvero importante, rendendo l'escursione una sfida emozionante nel migliore dei casi e una situazione di pericolo di vita nel peggiore.

Come raggiungere il punto di partenza?

Il punto di partenza della Via Alpina Svizzera è Sargans. È abbastanza facile arrivarci con diversi mezzi di trasporto.

Il modo migliore per arrivare qui è in aereo. L'aeroporto internazionale di Zurigo (GVA) dista solo 100 km da Sargans e offre voli diretti dalla maggior parte delle principali città europee.

La migliore opzione di trasporto pubblico è il treno, che parte direttamente da Zurigo e raggiunge Sargans in 75 minuti. L'unico inconveniente è che bisogna prima raggiungere la città dall'aeroporto, il che significa che è necessario un cambio.

Se volete andare direttamente dall'aeroporto, prendete una navetta, che impiega circa lo stesso tempo. Se lo desiderate, possiamo prenotarle per voi.

Il Richetlipass in tarda primavera
Il Richetlipass in tarda primavera

La stagione migliore per andare?

La stagione escursionistica di qualsiasi trekking nelle Alpi dipende in larga misura dalla quantità di neve dell'inverno precedente. In un anno normale, la stagione per la Via Alpina va da da metà luglio a fine settembre.

Prima di agosto è ancora possibile trovare neve nei tratti in ombra dei passi più alti, ma non è necessario un equipaggiamento speciale e non c'è pericolo di valanghe. Ora, se l'inverno è stato molto nevoso, il percorso potrebbe essere molto pericoloso fino alla fine di luglio.

Meteo giornaliero

Le temperature alla fine del Luglio e agosto sono di solito piuttosto alte, a volte anche 25-30°C sopra i 2000 metri di altitudine. Inoltre, i temporali pomeridiani possono comparire regolarmente sul sentiero, motivo per cui è consigliabile attraversare un passo di alta montagna prima di mezzogiorno.

Preparatevi a un forte calo delle temperature in caso di forti temporali. Non è raro che in questi casi possa iniziare a cadere anche la neve. Ma non preoccupatevi, di solito scompare abbastanza rapidamente con il sole.

Il tempo si fa di nuovo più freddo in Settembrea volte anche gelido di notte. D'altra parte, è anche più stabile, con più giorni consecutivi senza pioggia.

Alla fine del mese la stagione termina, poiché tutti i rifugi chiudono le porte, lasciando aperti solo i modesti locali invernali: si tratta di camere di base non presidiate che rimangono aperte anche in inverno.

È ancora possibile fare escursioni in Ottobrema è necessario avere una tenda (il campeggio selvaggio è tollerato al di sopra del limite degli alberi, ad eccezione delle aree protette). Aspettatevi molta più pioggia e forse la prima forte dose di neve, che può porre fine alla vostra esperienza sulla Via Alpina a metà strada.

Il villaggio di Kandersteg e la montagna di Dundenhorn
Il villaggio di Kandersteg e la montagna di Dundenhorn

Alloggi

La maggior parte delle tappe della Via Alpina termina in una valle, dove la scelta di alloggi è più ampia che in alta montagna. Ciò significa che è possibile percorrere l'intero itinerario soggiornando in alberghi o locande, il cui comfort e la cui qualità dipendono dal proprio budget.

Tuttavia, alcuni tratti sono più remoti e la scelta dei luoghi di soggiorno è limitata, compresi alcuni giorni in cui si può soggiornare in un rifugio di montagna.

La cosa più importante è prenotare in anticipo, perché alcuni possono esaurirsi molto rapidamente.

villaggio tradizionale svizzero di montagna di belalp
I tradizionali villaggi di montagna svizzeri

La reputazione della Svizzera per la precisione e la qualità si estende alle sue strutture ricettive lungo la Via Alpina. Da accoglienti rifugi di montagna in alto, a lusso alberghi nelle valli, ogni sosta è un'occasione per sperimentare l'ospitalità svizzera al suo meglio. 

Il viaggio culinario è altrettanto delizioso, con colazioni abbondanti che alimentano le giornate e pasti serali che celebrano i sapori locali. Cucina svizzeracon la sua enfasi su ingredienti freschi e regionali, trasforma ogni pasto in un momento di scoperta culturale.

Mentre il trekking offre un ritorno alla natura, le comodità dell'ospitalità moderna non sono mai lontane. I rifugi di montagna offrono un atmosfera comunitaria dove le storie vengono condivise su tavoli comuni e le camere private offrono un rifugio dopo una giornata di escursioni. 

La maggior parte degli alloggi può essere prenotata come mezza pensione (cena e colazione). Il cibo è robusto e soddisfacente, per garantire che ogni trekker sia ben nutrito e pronti per l'avventura del giorno successivo. 

In Svizzera, la gioia del viaggio è accompagnata dal calore dell'accoglienza a ogni sosta, che sia in cima a un passo di montagna o in una vivace serata in una città alpina.

L'acqua è facilmente disponibile sul percorso?

L'acqua può essere riempito nella maggior parte delle strutture ricettiveAnche se alcune capanne non dispongono di acqua potabile. In questo caso, è sempre possibile acquistare acqua in bottigliaMa ancora meglio (e più economico) è avere con sé un filtro per l'acqua.

Troverete anche abbondanza di corsi d'acqua sulla strada da cui ci si può rifornire, ma non se si trova sotto un pascolo con bestiame, perché potrebbe non essere potabile.

Incredibile tourquise Oeschinnensee con cascate e Alpi svizzere Kandersteg
Incredibile Oeschinnensee turchese

Come prepararsi?

L'escursionismo sulla Via Alpina richiede preparazione e resistenza. Potete prendervi il vostro tempo e andare a passo tranquillo, ma dovrete comunque essere pronti a camminare per molti giorni con uno zaino relativamente pesante.

Se volete completare l'escursione, dovete essere preparati. Iniziate camminando per almeno 10 chilometri e salendo di 1.000 metri di altitudine senza essere letargici il giorno dopo. Perché? Non volete sentirvi esausti il secondo giorno di trekking.

Formazione

L'escursionismo su lunghe distanze è un mestiere che richiede pratica. Se non si iniziare l'allenamento prima della grande avventurasoffrirete più del necessario e questo significa un'esperienza meno piacevole.

Perché passare tutto quel tempo a lottare per raggiungere il prossimo passo di montagna, quando invece potreste godervi il paesaggio?

È necessario iniziare a fare escursioni regolari. Questo non significa che all'inizio dobbiate lanciarvi in escursioni molto lunghe, soprattutto se non avete mai fatto molte escursioni prima d'ora. Invece, costruire la distanza e il dislivello ogni settimana.

Verso la fine dell'allenamento, provate a incorporare escursioni di due giorni (o più a lungo) nel vostro programma del fine settimana per preparare il vostro corpo ai rigori dell'escursionismo per più giorni di seguito.

Anche se i sentieri locali non presentano le stesse sfide dei sentieri di lunga distanza o delle escursioni in montagna, si può comunque ottenere un ottimo allenamento facendo più circuiti intorno ad essi.

Durante le escursioni di allenamento per la Via Alpina, indossare lo zaino che si intende portare con sé e imballate il tutto come se doveste fare un'escursione vera e propria. Questo vi aiuterà ad abituarvi a ciò che vi sembra comodo e a ciò che non lo è, in modo da non avere sorprese durante la vostra grande escursione. Indossare le scarpe da trekking anche loro, in modo che possano introdursi.

E non prendete l'ascensore se non è necessario. Prendete invece le scale!

Vista aerea sul villaggio di Murren
Vista aerea sul villaggio di Murren

Cosa mettere in valigia?

Mettete in valigia solo il necessario per godervi l'escursione. Ogni chilo in più sarà un peso morto sulle vostre spalle.

Se volete, possiamo anche aiutarvi con il trasferimento dei bagagli se prenotate l'escursione con noi.

Uno zaino con 25-40 litri di spazio è l'ideale per la maggior parte delle persone. Se lo spazio è maggiore, si rischia di mettere in valigia troppe cose.

Quando si scelgono le scarpe per la Walker's Haute Route, è importante considerare ciò che funziona meglio per i vostri piedi. Potete scegliere tra scarponcini o scarpe da trekking, oppure scarpe da trail-running più robuste se preferite un'opzione più leggera e flessibile.

Per un escursionista medio, le scarpe da trekking sono ancora la scelta migliore. Sono sufficientemente robuste e solide per sopportare tutto il peso extra dello zaino, ma non sono ingombranti e pesanti come gli scarponi.

Godersi il panorama sulle splendide montagne sopra Murren
Meglio vi preparate, più sarete in grado di godervi il panorama.

Elenco degli imballaggi

Generale

  • Scarpe/scarponi da trekking
  • zaino da 25 a 45 litri (a seconda del numero di giorni di cammino)
  • Bastoni da trekking

Vestiti

  • Top per lo strato di base (si consiglia la lana merino)
  • Maglietta sportiva (per le giornate calde)
  • Top a mezza coscia (tipo pile)
  • Pantaloncini da trekking (nei mesi più caldi)
  • Pantaloni lunghi da trekking
  • Giacca antivento
  • Giacca impermeabile (non necessaria se si dispone di un guscio rigido di alta qualità che è sia antivento che impermeabile)
  • Pantaloni impermeabili
  • Abiti comodi per la sera nei rifugi e negli hotel
  • Piumino caldo (se si fanno escursioni nei mesi più freddi)
  • Cappello caldo
  • Cappello da sole
  • Guanti
  • Calze da trekking

Altro

  • Occhiali da sole
  • Protezione solare
  • Piccolo kit di pronto soccorso
  • Bottiglia d'acqua
  • Articoli da toilette
  • Cerotti per vesciche
  • Carta d'identità o passaporto
  • Contanti

Città da visitare dopo il trekking

Completare la Via Alpina è un'impresa esaltante, e quale modo migliore di festeggiare se non quello di esplorare alcuni dei luoghi più città e paesi affascinanti in Svizzera? 

Dopo l'escursione sulla Via Alpina, potrete visitare città storiche, rilassarsi sui laghi o trovare nuove avventure. Ecco un elenco dei luoghi che potrebbe essere interessante verificare:

1. Berna è la capitale della Svizzera, caratterizzata da strade ricche di storia e di testimonianze storiche. L'architettura medievale della città, l'iconica torre dell'orologio Zytglogge e il tranquillo Giardino delle Rose sono elementi di spicco.

Vista panoramica sulla città di Berna - la capitale della Svizzera - fotografia di viaggio
Vista panoramica sulla città di Berna

2. LosannaLa città di Ginevra, situata sulle rive del Lago di Ginevra, è una città in cui storia e modernità si fondono. Ospita il Museo Olimpico e offre viste panoramiche dal suo centro storico, catturando l'essenza della vibrante cultura della regione.

Losanna, città sul lago di Ginevra, Svizzera
Losanna sul Lago di Ginevra

3. Interlaken vanta una reputazione di centro di avventura, incastonata tra i laghi di Thun e Brienz e circondata dalle Alpi. È un centro per le attività all'aria aperta, che attrae chi cerca l'avventura tra le bellezze naturali.

Panorama di Interlaken
Panorama di Interlaken

4. ThunSpesso considerata un tesoro nascosto, presenta un castello storico e un'invitante città vecchia. La città è perfetta per attività ricreative come gite in barca sul lago o passeggiate lungo il fiume Aare.

Paesaggio urbano di Thun con montagne e lago delle Alpi in Svizzera
Il paesaggio urbano di Thun

5. Montreuxrinomata per il suo festival annuale del jazz, è un faro culturale. Il lungolago della città e lo storico Château de Chillon sono attrazioni di rilievo.

Montreux, città sul lago di Ginevra
Montreux, sulla punta più orientale del lago di Ginevra

6. Ginevra offre una miscela di raffinatezza internazionale e fascino storico. La città è nota per il suo centro storico, le rilassanti rive del Lago di Ginevra e l'imponente fontana Jet d'Eau.

Ginevra è una città dai molti segreti
Ginevra è una città dai molti segreti

7. LucernaLa città, famosa per il suo Chapel Bridge e per la splendida vista sul lago, presenta un ambiente pittoresco. La città è una porta d'accesso a esperienze culturali e avventure in montagna, con i suoi paesaggi panoramici e le sue offerte culturali.

Idilliaca cittadina svizzera e vista sul lago di Lucerna
Aggiungete Lucerna alla vostra lista di città da visitare assolutamente in Europa

Ogni località dell'elenco offre attività e attrazioni proprie. Dopo il viaggio sulla Via Alpina, potreste esplorare la cultura locale, gustare i cibi regionali o prendervi un po' di tempo per rilassarvi. Questi luoghi offrono una varietà di opzioni per i vostri programmi post-trekking.

Dove prenotare?

Pianificare la Via Alpina non è facile. Ma questo non deve intimorirvi dal partire per la vostra avventura.

La prenotazione di un tour autoguidato può vi fa risparmiare tempo, stress e problemi. E non è nemmeno molto più costoso che organizzare il tour da soli.

Date un'occhiata ai nostri tour della Via Alpina e iniziate a pianificare l'escursione della vostra vita:

Via Alpina o Via Alpina: Il trekking dell'orso

Tour di trekking autoguidato in Svizzera, con escursioni di rifugio in rifugio attraverso epici paesaggi alpini e pasti abbondanti serviti accanto a panorami mozzafiato.
Società di portafoglio di Scoperta del mondo.